Come scrivere un libro di successo

scrivere sul pc

Rob van Esch, Shutterstock.com

Perché scrivere un libro? Perché si può guadagnare scrivendo libri e poi perché è bello creare una storia da un ricordo. Se l’idea vi piace e stuzzica, sappiate che qui intendiamo darvi consigli su come scrivere un libro e suggerimenti su come imparare a scrivere un libro. Se a muovervi è la prima delle due ragioni vi chiederete quanto si guadagna scrivendo un libro. La risposta è che dipende da due fattori essenziali, esattamente in questo ordine: chi è il vostro editore e l’argomento della vostra opera, poiché i grandi editori hanno i mezzi e le intenzioni di spingere il prodotto, sfruttarlo, promuoverlo per guadagnarci sopra. In soldoni, la percentuale per l’autore varia tra l’8 e il 12 % a copia sul prezzo di copertina per le piccole case editrici, ad un massimo del 35% per i grandi autori che vendono milioni di copie: percentuali che vanno applicate anche alle rivisitazioni televisive, cinematografiche, teatrali, alle traduzioni e via dicendo.

La bella suggestione della poetessa qui la cercheremo di tradurre in un manuale fattivo e pratico e spiegare come si scrive un libro: o meglio, volendo, anche come creare un buon libro.

poetessa

Per produrre un libro di valore possiamo dirigerci verso l’alta letteratura – se siamo dotati dell’arte – o un buon libro di successo come è capitato alla Rowling con la sua saga del maghetto inglese.

O ancora, se non ci piace il genere ma abbiamo la passione o la conoscenza pratica di argomenti polizieschi ad esempio, possiamo decidere di scrivere un libro giallo: conoscevo un ufficiale dei Carabinieri che era un appassionato del genere e riversava le esperienze del suo lavoro nella scrittura, liberandosi anche così, come in una costruttiva terapia, delle immagini che ogni giorno era costretto a vedere.

L’idea è dunque bellissima, come bellissimo è dipingere per chi si rilassi o per chi tragga profitto da questa arte.

Lev Tolstoj Ma ogni arte ha bisogno di strumenti e tecniche per costruire un libro, che aiutino l’ispirazione e l’immaginazione, così come un architetto deve far conto con i pesi, le strutture e i materiali con cui costruirà la sua cattedrale o la su a villetta! Mettiamo che abbiate l’ispirazione: ma se non l’avete? Se non avete chiaro cosa fare ma solo la voglia di raccontare una storia pensata, vissuta, tanto per fissarla nella memoria vostra e di chi amate e magari, anche del mondo? Allora la domanda è: come posso scrivere un libro?

1 Il primo passo è capire come iniziare a scrivere un libro. Chiedersi se si vuole narrare in prima persona o in terza, ad esempio; se si vuole essere uno dei personaggi o solo un narratore esterno; se si vuole narrare con uno stile realistico o immaginario e fiabesco. Sapere come fare prevede una serie di scelte tecniche iniziali che prevedono, deciso il ruolo del narratore, la scelta del pubblico a cui rivolgersi. Se ad esempio, ci si vuole rivolgere un genere per ragazzi, come la Rowling appunto, si devono bandire argomenti ‘scottanti’, scene d’intimo, scegliere un linguaggio veloce e scanzonato, abbondare di immaginazione e grandi sentimenti e passioni. Se ci chiediamo invece, come attrarre un pubblico femminile, posso dare suggerimenti diversi rispetto a quelli che darei per un pubblico prettamente maschile!

2 come-cominciare-a-scrivere-un-libroIl secondo passo, incubo di molti è come cominciare un libro. Mettiamo che stiamo lavorando con word, garantendoci così la correzione automatica delle ripetizioni e delle sviste grammaticali o dei refusi e ci fornisce inoltre, lo strumento importante del conteggio dei caratteri, impedendoci di esagerare con le descrizioni! Iniziare a scrivere prevede anche un’altra considerazione: che l’inizio deve essere affascinante, catturare il lettore occasionale come la lettrice appassionata, guidarla dolcemente avanti, incuriosendola senza spaventarla o annoiarla, proprio come in una seduzione reale. C’è stato un critico letterario, Marshall McLuhan, che pretendeva di stabilire se un libro fosse bello e interessante o brutto e noioso leggendo solamente la pagina 69: ecco, la verità è che un bel libro lo sarà almeno nel 90% delle sue pagine e che il lettore normale si lascia incantare dall’inizio come il sedotto dal sorriso del primo incontro.

3 Il terzo passo ovviamente sarà arrivare a pubblicare il vostro libro appena finito e pertanto vi suggeriremo links e metodi per arrivare a questa ultima meta.